Braulio Riserva Wikipedia, Hotel Regina Margherita Bordighera Email, Anita Garibaldi Menotti Garibaldi, Preghiere Per Ringraziare I Nonni, Membro In Latino, Essere Il Beniamino, Preghiera Per Sognare Il Futuro, Temperatura Las Vegas Gennaio, Canzoni Da Dedicare Ad Un Amico 2020, " /> Braulio Riserva Wikipedia, Hotel Regina Margherita Bordighera Email, Anita Garibaldi Menotti Garibaldi, Preghiere Per Ringraziare I Nonni, Membro In Latino, Essere Il Beniamino, Preghiera Per Sognare Il Futuro, Temperatura Las Vegas Gennaio, Canzoni Da Dedicare Ad Un Amico 2020, " />

gv 21 15 19 commento curtaz

No Copyright 2020 | Privacy Policy Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google. 16 Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di … È Pietro che nel Vangelo di oggi ha bisogno di domandarsi se veramente vuole bene a Gesù. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Ma non è più disposto a fare grandi proclami e grandi promesse. A te il Signore ora chiede fedeltà, a te di occuparti dei fratelli, senza sogni smisurati, senza pretese, senza illusioni. Ma capire che la risposta è qualcuno e non qualcosa è una rivoluzione che dobbiamo imparare con il tempo. Gli disse: «Pasci i miei agnelli».Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2019 – Gv 21, 15-19. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». [box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno. Dio risponde facendo domande. Venerdì della VII settimana di Pasqua (17/05/2013) Vangelo: Gv 21,15-19 . Giovanni D’Ercole, Scarica l’autocertificazione per andare a Messa, Scarica la nuova edizione del Messale Romano 2020, La Buona Novella – Avvento/Natale Ciclo A, B, C, Papa Francesco – Omelia e Angelus del 15 Novembre 2020 –…, Papa Francesco – Udienza Generale del 11 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Angelus del 8 Novembre 2020 – Il testo,…, Omelia di Papa Francesco durante la Santa Messa in suffragio dei…, Papa Francesco – Udienza Generale del 4 Novembre 2020 – testo,…, Commento alle letture di domenica 31 Maggio 2020 – Carlo Miglietta, Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020, Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020 – Lc 19, 11-28, Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020 – Don Francesco Cristofaro. 16 Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di … Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore. 19 Maggio 2019. Guarda dentro di te e dì qual è il motivo più profondo che ti spinge a lavorare in comunità. Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno. Lui, così simile a noi, ci dona la possibilità di vivere il vangelo fino in fondo... Vuoi ricevere nella tua email i commenti di Paolo Curtaz? TESTO Commento Giovanni 21,15-19 Paolo Curtaz . No Copyright 2020 | Privacy Policy Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google. È la lezione di fare i conti con i propri limiti e di cominciare ad avere di se stessi non più una visione idealizzata ma realistica. Troppo il dolore per osare ancora. ), Abbà – Comunità Cattolica per l'evangelizzazione. ... Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 13 Novembre 2020 – Lc 17, 26-37. Sono esse che ridanno direzione alle nostre decisioni. Ecco allora il motivo per cui nella nostra vita spirituale dovrebbero fare ingresso in maniera seria le grandi domande della vita. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Sorride, il risorto, e lo incoraggia: ora Pietro è davvero pronto per accogliere i suoi fratelli, senza arroganza, senza superiorità, in totale e assoluta umiltà. TESTO Commento Giovanni 21,15-19 Paolo Curtaz . ABBONATI A 12 MESI (12 NUMERI) A 34,90€Prezzo verificato a maggio 2020. Visualizza Gv 21,15-19. 6 Giugno 2019. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2019 – Gv 14, 21-26. È la stessa conversione di Pietro che non si deve accontentare di voler bene ma deve avere fiducia che prima o poi imparerà anche lui ad amare. 29 maggio 2020VENERDÌ DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA, 01/06/20 - Lunedì 9a sett. L’ultimo a credere che il Signore risorto potesse ancora avere fiducia di lui. È inutile dire ad una persona che la amiamo se non la vediamo mai né ci occupiamo di lei! A conclusione del nostro tempo pasquale leggiamo oggi lo splendido incontro tra Pietro e Gesù. Vangelo del giorno. Il Cristo per costituire Pietro pastore della Chiesa esige da … La terza volta è Gesù che abbassa il tiro, è sempre Dio che si adegua alle nostre povertà. Semplicissimo!Clicca su questo indirizzo email per mandare un'email vuota; riceverai un'altra email da Yahoogroups con un link da cliccare per confermare la tua iscrizione:pn-paolocurtaz-subscribe@yahoogroups.com, Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale. 30/05/20 - Sabato 7a sett. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Perciò lo prende da parte e lo aiuta a riconciliarsi con se stesso. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA, Venerdì della VII settimana di Pasqua (06/06/2003). Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Ora Qumran ha bisogno di te. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 13 Novembre 2020 – Lc 17, 26-37. Costantino Di Bruno – Commento alle letture del 7 Giugno 2019, don Pasquale Giordano – Commento al Vangelo di oggi 7 Giugno 2019 – Gv 21, 15-19, p. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Davide Moreno – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo, video e audio, d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2020, Alberto Maggi – Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020, Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020 – Comunità Kairos. Chiudi E il rischio, reale, di diventare dei fanatici, di idolatrare la regola in se stessa, di sentirci a posto perché osserviamo le norme è sempre in agguato. Articolo precedente Commento alle letture di domenica 31 Maggio 2020 – Carlo Miglietta. Il vero primato. (Anno II). Così, dice Gesù, l’amore che abbiamo ricevuto dal Padre è tangibile, concreto. La risposta di Pietro è quasi deludente: ti voglio bene. E il dialogo sul lago di Tiberiade fra Gesù e Pietro è denso, intenso: tre volte lo aveva rinnegato, tre volte viene interrogato. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse “Mi vuoi bene?”, e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Telegram. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. L'entusiasta, il focoso, l'irruento, quello disposto a morire per il Maestro, ha ora misurato il proprio fallimento, il proprio limite e non osa più esporsi, sbilanciarsi. Pensava di essere il migliore, una roccia, non gliel’aveva forse detto il Maestro stesso? Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome vi insegnerà ogni cosa. Non c’è che un modo per dimostrare di amare: osservare la parola che ci ha donato il Signore. Il primo degli apostoli è stato l’ultimo a convertirsi al risorto. 15Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». 19Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. 17Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». ARTICOLI CORRELATI ALTRO DALL'AUTORE. Per questa ragione, probabilmente, gli evangelisti ci presentano Pietro come l'ultimo, fra gli apostoli, a convertirsi alla gioia. e Pietro risponde "Ti amo di amore di amicizia". Grande Pietro! Commenti video. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi».Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gesù lo sa già, anzi sa pure che la sfiducia che egli ha in se stesso guarirà con il tempo. L’amore che è un anche un sentimento, si esprime nella concretezza, nelle scelte, nei percorsi che possiamo fare. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». Pinterest. 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Giovanni D’Ercole, Scarica l’autocertificazione per andare a Messa, Scarica la nuova edizione del Messale Romano 2020, La Buona Novella – Avvento/Natale Ciclo A, B, C, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Omelia e Angelus del 15 Novembre 2020 –…, Papa Francesco – Udienza Generale del 11 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Angelus del 8 Novembre 2020 – Il testo,…, Omelia di Papa Francesco durante la Santa Messa in suffragio dei…, Mons. Lectio Divina: Giovanni 21,15-19 "La Lectio Divina è una fonte genuina della spiritualità cristiana, e ad essa ci invita la nostra Regola. Il comandamento allora, come dico spesso, diventa l’abito dell’amore, la forma della passione, l’icona dell’emozione. Lo ha capito sbagliando, ma da quel momento in poi ne ha guadagnato la sua autenticità. Ed era proprio lui, Pietro, a non avere più alcuna fiducia in se stesso, dopo essere stato travolto dalla sua fragilità. I tuoi commenti preferiti. In tal modo metteremo in pratica il comando dell’Apostolo Paolo, riportato nella Regola: «La spada dello spirito, che è la Parola di Dio, abiti … Commenti audio. Per tre volte Pietro aveva negato di conoscere il Maestro davanti alle sollecitazioni di una servetta. Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Ma la santità di Pietro non sta nella capacità di amare bene, ma nella sincerità di ammettere di non saperlo fare. L'ultima volta Gesù abbassa lui il tiro e chiede a Pietro un amore di amicizia. Commenti dei tuoi autori preferiti. Pietro tace, è rattristato, è stato Dio a dover abbassare le pretese, e dice: "Cosa vuoi che ti dica, tu mi conosci, sei tu che misuri il mio amore!" PASSA AL RITO AMBROSIANO. In questo senso l’esperienza del peccato non può solo essere ridotta all’esperienza di fare qualcosa di sbagliato. 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Parte dall’alto, il Signore: mi ami? - Clicca qui per sapere il perché. don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 13 Novembre 2020. Vangelo: Gv 21,15-19. Quando Giacomo e Giovanni chiedono a Gesù di sedere uno a destra e l’altro a sinistra nel suo Regno, suscitano inquietudine e invidia negli altri Apostoli. Gesù le prime due volte chiede a Pietro: "Mi ami di amore grande?" AUTORE: don Luigi Maria EpicocoPAGINA FACEBOOKFONTE: Amen – La Parola che salva. WhatsApp. 713. 19Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. Visualizza Gv 21,15-19. Salvo poi lasciare a Gesù l’ultima parola. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». A volte è una lezione che dovremmo imparare. C: Parola del Signore.A: Lode a Te o Cristo. Commenti testuali. 1016 . Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore – Commento al vangelo: Gv 21,15-19 0. Siamo negli ultimi giorni prima di Pentecoste. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Tutti i testi di Papa Francesco sono protetti da copyright (Libreria Editrice Vaticana) e ne è vietata la riproduzione. È inutile dire ad una persona che la amiamo se non la vediamo mai né ci occupiamo di lei! Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. Ed era proprio lui, Pietro, a non avere più alcuna fiducia in se stesso, dopo essere stato travolto dalla sua fragilità. Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore – Commento al vangelo: Gv 21,15-19 0 TESTO DEL VANGELO (Gv 21,15-19) In quel tempo, [quando si fu manifestato ai … Commento su Gv 21,15-19 Per tre volte Pietro aveva negato di conoscere il Maestro davanti alle sollecitazioni di una servetta. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto». Pasqua. Ci guida nella risposta, anzi egli stesso è la risposta. Visualizza Gv 21,15-19. 28/05/20 - Giovedì 7a sett. Sono esse che ci riconciliano con i nostri tradimenti e le nostre sviste. (Anno II). 28 Maggio 2020. Ma di quella roccia restava solo la polvere. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». 17Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Il commento al Vengelo del giorno 7 Giugno 2019 su Gv 21, 15-19 VII Settimana del Tempo di Pasqua Anno III/C Colore liturgico: BIANCO Periodo: Venerdì Il T. Ord. Gesù sorride: ora Pietro è pronto. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: «Mi vuoi bene?», e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Proprio come è successo a Pietro. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. [/box], [box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: «Mi vuoi bene?», e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Non sa usare più la parola amore ma solo la parola bene. - Clicca qui per sapere il perché. ... Gv 21, 1-14. Non c’è che un modo per dimostrare di amare: osservare la parola che ci ha donato il Signore. In quel tempo, [quando si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, … 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». TESTO Commento su Gv 21,15-19 Paolo Curtaz . 29/05/20 - Venerdì 7a sett. 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». L’amore che è un anche un sentimento, si esprime nella concretezza, nelle scelte, nei percorsi che possiamo fare. Venerdì della VII settimana di Pasqua (06/06/2003) Vangelo: Gv 21,15-19 . 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». Ancora il Signore insiste, ancora Pietro non se la sente di lanciarsi. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Ora potrai davvero essere un buon Pastore, non un giudice, perché ora sei pronto, cosciente del tuo limite... Grazie, Signore, per averci dato Pietro come custode nella fede. Qualunque tipo. Gli disse: «Pascola le mie pecore».Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Per questa ragione, probabilmente, gli evangelisti ci presentano Pietro come l ... (continua) Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2019 – Gv... Il messaggio di saluto di Mons. (v.15). Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2019 – Gv 21, 1-14. Il principe degli apostoli aveva fatto una ben magra figura, smentendo quanto solennemente promesso qualche ora prima. Perciò Gesù viene per salvare la pecora che si era smarrita, sul lago di Tiberiade alla fine di un'ennesima notte infruttuosa. Il principe degli apostoli aveva fatto una ben magra figura, smentendo quanto solennemente promesso qualche ora prima. Gesù è risorto, certo, e Pietro ha avuto anche la straordinaria esperienza di un'apparizione privata che non deve essere andata molto bene visto che nessuno ne parla. 18In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». Pasqua . Venerdì della VII settimana di Pasqua (29/05/2009) Vangelo: Gv 21,15-19 . Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».Gli disse Giuda, non l’Iscariòta: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?».Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Commenti di tutti gli autori. L’ultimo a credere che il Signore risorto potesse ancora avere fiducia di lui. Twitter. Tutti i testi di Papa Francesco sono protetti da copyright (Libreria Editrice Vaticana) e ne è vietata la riproduzione. Poiché ha sperimentato il proprio limite ora è capace di accogliere quello degli altri, senza giudizio e supponenza, ma con la misericordia che forgia i santi. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2019 – Gv... Il messaggio di saluto di Mons. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2019 – Gv 21, 15-19. Pietro è incalzato e ammette di voler bene al Signore. Il primo degli apostoli è stato l’ultimo a convertirsi al risorto. 6 Giugno 2019. Attenti, però: se il comandamento manifesta l’amore, lo concretizza, non è vero il contrario. Commento al Vangelo del giorno – Gv 21, 15-19 A cura dei Monaci Benedettini. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Email. Venerdì della VII settimana di Pasqua (06/06/2003) Vangelo: Gv 21,15-19 . 11,5 x 14,4): 640 pagine – testo a caratteri grandi, ben leggibile. Trovo che nell’unico pastore ci sono tutti i pastori buoni (Gv 10,14). Due padroni. Pensava di essere il migliore, una roccia, non gliel’aveva forse … don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020... Il messaggio di saluto di Mons. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». No Copyright 2020 | Privacy Policy Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google. Povero Pietro! A partire dai rapporti che abbiamo tra di noi, con Dio e con la natura, che tipo di comunità stiamo costruendo? L’ultimo a credere che il Signore risorto potesse ancora avere fiducia di lui. 29 maggio 2020VENERDÌ DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA, 01/06/20 - Lunedì 9a sett. Si incupisce, Pietro, ora dialoga: come può professare ancora amore, dopo quello che è accaduto? don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020 – Gv 21, 15-19. Festivi Feriali. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ordine dei Predicatori (Domenicani - N.IT. Vangelo del Giorno. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». 31/05/20 - … Sono esse che ci fanno stare davanti a Gesù faccia a faccia. COMMENTO AL VANGELO di SANT’AGOSTINO – VESCOVO E DOTTORE DELLA CHIESA, COMMENTO AL VANGELO dei PADRI CARMELITANI. 429. Visualizza Gv 21,15-19. Print. Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. La lingua greca è piena di sottigliezze che la traduzione tradisce. Ma è come se la resurrezione fosse per qualcun altro, non per lui. La pratichiamo, quindi, ogni giorno, per acquistarne un soave e vivissimo affetto e allo scopo d’imparare la sovreminente scienza di Gesù Cristo. TESTO Commento Giovanni 21,15-19 a cura dei Carmelitani . T. Ord. In questo senso la conversione è una buona notizia e non un compito insormontabile, perché è la buona notizia di poter sempre ricominciare ogni volta, sapendo che siamo figli di un Dio che non si lega al dito le cose. Siamo figli di un Dio che ci conosce al di là di quello che facciamo o di quello che siamo diventati. Semplicissimo!Clicca su questo indirizzo email per mandare un'email vuota; riceverai un'altra email da Yahoogroups con un link da cliccare per confermare la tua iscrizione:pn-paolocurtaz-subscribe@yahoogroups.com, Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale. AMEN ti offre in un unico volume giorno per giorno: Pratico formato (cm. Pasqua. Gli disse: «Pascola le mie pecore». Visualizza Gv 21,15-19. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». Ma verrà il giorno in cui Pietro diventerà capace di morire per amore. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo … TESTO DEL VANGELO (Gv 21,15-19) In quel tempo, [quando si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gv 21 15-19; Tempo Pasquale; Vangelo del giorno; Facebook. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Tutti i testi di Papa Francesco sono protetti da copyright (Libreria Editrice Vaticana) e ne è vietata la riproduzione. Visualizza Gv 21,15-19 Al termine del pasto con i discepoli, Gesù si rivolge a Pietro, chiedendogli una professione d'amore, per affidargli il suo gregge: "Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?" Forse perchè le domande servono a noi non a lui. Giovanni D’Ercole, Scarica l’autocertificazione per andare a Messa, Scarica la nuova edizione del Messale Romano 2020, La Buona Novella – Avvento/Natale Ciclo A, B, C, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Omelia e Angelus del 15 Novembre 2020 –…, Papa Francesco – Udienza Generale del 11 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Angelus del 8 Novembre 2020 – Il testo,…, Omelia di Papa Francesco durante la Santa Messa in suffragio dei…, don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 19 Maggio 2019 –  Gv 13, 31-33a.34-35, don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2019 – Gv 14, 21-26, p. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Davide Moreno – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo, video e audio, d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2020, Alberto Maggi – Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020, Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020 – Comunità Kairos. In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberiade. Se osservo i comandamenti per abitudine, per paura, questi non mi suscitano amore. I nuovi libri di Paolo Curtaz in uscita il 21 Settembre 2020 in tutte le librerie e store online. Vuoi ricevere nella tua email i commenti di Paolo Curtaz? Ora Qumran ha bisogno di te. Mi sono sempre chiesto questo. Chiudi Ecco perché il Signore ci dona lo Spirito: per essere capaci di accogliere l’amore e di renderlo concreto, senza cadere in pericolosi giochi di legalismi e rigidità. Il dialogo – conosciuto da molti – è straordinario e segna la definitiva amicizia tra Pietro e il suo Maestro. E quello che possiamo restituire a Dio è concreto e tangibile: osservando le sue indicazioni, i suoi comandamenti. In greco esistono tre modi per indicare l'amore: l'amore di attrazione, erotico, quello di amicizia e l'amore grande, quello ideale. Gli disse: «Pascola le mie pecore». … ... Commento al Vangelo del 09 Novembre 2020 | Gv 2,13-22. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». 16Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Così, dice … 16Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Il primo degli apostoli è stato l’ultimo a convertirsi al risorto. Perché Gesù dovrebbe farci domande se già conosce le risposte? Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 15 Novembre 2020. L’amore o la preoccupazione per le idee? Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Articolo successivo Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020. 18In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». 15Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Sono passati tre anni da quel primo incontro, da quella prima volta, e ora Pietro, infine, è pronto: seguimi, gli dice il rabbì. C: Parola del Signore.A: Lode a Te o Cristo. AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA, Venerdì della VII settimana di Pasqua (17/05/2013). In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. TESTO Commento su Gv 21,15-19 Paolo Curtaz . 429. Venerdì della VII settimana di Pasqua (17/05/2013) Vangelo: Gv 21,15-19 . 31/05/20 - Pentecoste - Vigilia. PERFEZIONA LA RICERCA. Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. Braulio Riserva Wikipedia, Hotel Regina Margherita Bordighera Email, Anita Garibaldi Menotti Garibaldi, Preghiere Per Ringraziare I Nonni, Membro In Latino, Essere Il Beniamino, Preghiera Per Sognare Il Futuro, Temperatura Las Vegas Gennaio, Canzoni Da Dedicare Ad Un Amico 2020,

gv 21 15 19 commento curtaz

No Copyright 2020 | Privacy Policy Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google. 16 Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di … È Pietro che nel Vangelo di oggi ha bisogno di domandarsi se veramente vuole bene a Gesù. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Ma non è più disposto a fare grandi proclami e grandi promesse. A te il Signore ora chiede fedeltà, a te di occuparti dei fratelli, senza sogni smisurati, senza pretese, senza illusioni. Ma capire che la risposta è qualcuno e non qualcosa è una rivoluzione che dobbiamo imparare con il tempo. Gli disse: «Pasci i miei agnelli».Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2019 – Gv 21, 15-19. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». [box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno. Dio risponde facendo domande. Venerdì della VII settimana di Pasqua (17/05/2013) Vangelo: Gv 21,15-19 . Giovanni D’Ercole, Scarica l’autocertificazione per andare a Messa, Scarica la nuova edizione del Messale Romano 2020, La Buona Novella – Avvento/Natale Ciclo A, B, C, Papa Francesco – Omelia e Angelus del 15 Novembre 2020 –…, Papa Francesco – Udienza Generale del 11 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Angelus del 8 Novembre 2020 – Il testo,…, Omelia di Papa Francesco durante la Santa Messa in suffragio dei…, Papa Francesco – Udienza Generale del 4 Novembre 2020 – testo,…, Commento alle letture di domenica 31 Maggio 2020 – Carlo Miglietta, Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020, Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020 – Lc 19, 11-28, Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020 – Don Francesco Cristofaro. 16 Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di … Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore. 19 Maggio 2019. Guarda dentro di te e dì qual è il motivo più profondo che ti spinge a lavorare in comunità. Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno. Lui, così simile a noi, ci dona la possibilità di vivere il vangelo fino in fondo... Vuoi ricevere nella tua email i commenti di Paolo Curtaz? TESTO Commento Giovanni 21,15-19 Paolo Curtaz . No Copyright 2020 | Privacy Policy Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google. È la lezione di fare i conti con i propri limiti e di cominciare ad avere di se stessi non più una visione idealizzata ma realistica. Troppo il dolore per osare ancora. ), Abbà – Comunità Cattolica per l'evangelizzazione. ... Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 13 Novembre 2020 – Lc 17, 26-37. Sono esse che ridanno direzione alle nostre decisioni. Ecco allora il motivo per cui nella nostra vita spirituale dovrebbero fare ingresso in maniera seria le grandi domande della vita. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Sorride, il risorto, e lo incoraggia: ora Pietro è davvero pronto per accogliere i suoi fratelli, senza arroganza, senza superiorità, in totale e assoluta umiltà. TESTO Commento Giovanni 21,15-19 Paolo Curtaz . ABBONATI A 12 MESI (12 NUMERI) A 34,90€Prezzo verificato a maggio 2020. Visualizza Gv 21,15-19. 6 Giugno 2019. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2019 – Gv 14, 21-26. È la stessa conversione di Pietro che non si deve accontentare di voler bene ma deve avere fiducia che prima o poi imparerà anche lui ad amare. 29 maggio 2020VENERDÌ DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA, 01/06/20 - Lunedì 9a sett. L’ultimo a credere che il Signore risorto potesse ancora avere fiducia di lui. È inutile dire ad una persona che la amiamo se non la vediamo mai né ci occupiamo di lei! A conclusione del nostro tempo pasquale leggiamo oggi lo splendido incontro tra Pietro e Gesù. Vangelo del giorno. Il Cristo per costituire Pietro pastore della Chiesa esige da … La terza volta è Gesù che abbassa il tiro, è sempre Dio che si adegua alle nostre povertà. Semplicissimo!Clicca su questo indirizzo email per mandare un'email vuota; riceverai un'altra email da Yahoogroups con un link da cliccare per confermare la tua iscrizione:pn-paolocurtaz-subscribe@yahoogroups.com, Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale. 30/05/20 - Sabato 7a sett. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Perciò lo prende da parte e lo aiuta a riconciliarsi con se stesso. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA, Venerdì della VII settimana di Pasqua (06/06/2003). Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Ora Qumran ha bisogno di te. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 13 Novembre 2020 – Lc 17, 26-37. Costantino Di Bruno – Commento alle letture del 7 Giugno 2019, don Pasquale Giordano – Commento al Vangelo di oggi 7 Giugno 2019 – Gv 21, 15-19, p. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Davide Moreno – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo, video e audio, d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2020, Alberto Maggi – Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020, Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020 – Comunità Kairos. Chiudi E il rischio, reale, di diventare dei fanatici, di idolatrare la regola in se stessa, di sentirci a posto perché osserviamo le norme è sempre in agguato. Articolo precedente Commento alle letture di domenica 31 Maggio 2020 – Carlo Miglietta. Il vero primato. (Anno II). Così, dice Gesù, l’amore che abbiamo ricevuto dal Padre è tangibile, concreto. La risposta di Pietro è quasi deludente: ti voglio bene. E il dialogo sul lago di Tiberiade fra Gesù e Pietro è denso, intenso: tre volte lo aveva rinnegato, tre volte viene interrogato. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse “Mi vuoi bene?”, e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Telegram. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. L'entusiasta, il focoso, l'irruento, quello disposto a morire per il Maestro, ha ora misurato il proprio fallimento, il proprio limite e non osa più esporsi, sbilanciarsi. Pensava di essere il migliore, una roccia, non gliel’aveva forse detto il Maestro stesso? Lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome vi insegnerà ogni cosa. Non c’è che un modo per dimostrare di amare: osservare la parola che ci ha donato il Signore. Il primo degli apostoli è stato l’ultimo a convertirsi al risorto. 15Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». 19Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. 17Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». ARTICOLI CORRELATI ALTRO DALL'AUTORE. Per questa ragione, probabilmente, gli evangelisti ci presentano Pietro come l'ultimo, fra gli apostoli, a convertirsi alla gioia. e Pietro risponde "Ti amo di amore di amicizia". Grande Pietro! Commenti video. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi».Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gesù lo sa già, anzi sa pure che la sfiducia che egli ha in se stesso guarirà con il tempo. L’amore che è un anche un sentimento, si esprime nella concretezza, nelle scelte, nei percorsi che possiamo fare. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». Pinterest. 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Giovanni D’Ercole, Scarica l’autocertificazione per andare a Messa, Scarica la nuova edizione del Messale Romano 2020, La Buona Novella – Avvento/Natale Ciclo A, B, C, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Omelia e Angelus del 15 Novembre 2020 –…, Papa Francesco – Udienza Generale del 11 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Angelus del 8 Novembre 2020 – Il testo,…, Omelia di Papa Francesco durante la Santa Messa in suffragio dei…, Mons. Lectio Divina: Giovanni 21,15-19 "La Lectio Divina è una fonte genuina della spiritualità cristiana, e ad essa ci invita la nostra Regola. Il comandamento allora, come dico spesso, diventa l’abito dell’amore, la forma della passione, l’icona dell’emozione. Lo ha capito sbagliando, ma da quel momento in poi ne ha guadagnato la sua autenticità. Ed era proprio lui, Pietro, a non avere più alcuna fiducia in se stesso, dopo essere stato travolto dalla sua fragilità. I tuoi commenti preferiti. In tal modo metteremo in pratica il comando dell’Apostolo Paolo, riportato nella Regola: «La spada dello spirito, che è la Parola di Dio, abiti … Commenti audio. Per tre volte Pietro aveva negato di conoscere il Maestro davanti alle sollecitazioni di una servetta. Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Ma la santità di Pietro non sta nella capacità di amare bene, ma nella sincerità di ammettere di non saperlo fare. L'ultima volta Gesù abbassa lui il tiro e chiede a Pietro un amore di amicizia. Commenti dei tuoi autori preferiti. Pietro tace, è rattristato, è stato Dio a dover abbassare le pretese, e dice: "Cosa vuoi che ti dica, tu mi conosci, sei tu che misuri il mio amore!" PASSA AL RITO AMBROSIANO. In questo senso l’esperienza del peccato non può solo essere ridotta all’esperienza di fare qualcosa di sbagliato. 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Parte dall’alto, il Signore: mi ami? - Clicca qui per sapere il perché. don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 13 Novembre 2020. Vangelo: Gv 21,15-19. Quando Giacomo e Giovanni chiedono a Gesù di sedere uno a destra e l’altro a sinistra nel suo Regno, suscitano inquietudine e invidia negli altri Apostoli. Gesù le prime due volte chiede a Pietro: "Mi ami di amore grande?" AUTORE: don Luigi Maria EpicocoPAGINA FACEBOOKFONTE: Amen – La Parola che salva. WhatsApp. 713. 19Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. Visualizza Gv 21,15-19. Salvo poi lasciare a Gesù l’ultima parola. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». A volte è una lezione che dovremmo imparare. C: Parola del Signore.A: Lode a Te o Cristo. Commenti testuali. 1016 . Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore – Commento al vangelo: Gv 21,15-19 0. Siamo negli ultimi giorni prima di Pentecoste. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Tutti i testi di Papa Francesco sono protetti da copyright (Libreria Editrice Vaticana) e ne è vietata la riproduzione. È inutile dire ad una persona che la amiamo se non la vediamo mai né ci occupiamo di lei! Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. Ed era proprio lui, Pietro, a non avere più alcuna fiducia in se stesso, dopo essere stato travolto dalla sua fragilità. Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecore – Commento al vangelo: Gv 21,15-19 0 TESTO DEL VANGELO (Gv 21,15-19) In quel tempo, [quando si fu manifestato ai … Commento su Gv 21,15-19 Per tre volte Pietro aveva negato di conoscere il Maestro davanti alle sollecitazioni di una servetta. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto». Pasqua. Ci guida nella risposta, anzi egli stesso è la risposta. Visualizza Gv 21,15-19. 28/05/20 - Giovedì 7a sett. Sono esse che ci riconciliano con i nostri tradimenti e le nostre sviste. (Anno II). 28 Maggio 2020. Ma di quella roccia restava solo la polvere. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». 17Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Il commento al Vengelo del giorno 7 Giugno 2019 su Gv 21, 15-19 VII Settimana del Tempo di Pasqua Anno III/C Colore liturgico: BIANCO Periodo: Venerdì Il T. Ord. Gesù sorride: ora Pietro è pronto. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: «Mi vuoi bene?», e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Proprio come è successo a Pietro. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. [/box], [box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: «Mi vuoi bene?», e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Non sa usare più la parola amore ma solo la parola bene. - Clicca qui per sapere il perché. ... Gv 21, 1-14. Non c’è che un modo per dimostrare di amare: osservare la parola che ci ha donato il Signore. In quel tempo, [quando si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, … 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». TESTO Commento su Gv 21,15-19 Paolo Curtaz . 29/05/20 - Venerdì 7a sett. 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». L’amore che è un anche un sentimento, si esprime nella concretezza, nelle scelte, nei percorsi che possiamo fare. Venerdì della VII settimana di Pasqua (06/06/2003) Vangelo: Gv 21,15-19 . 15 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». Ancora il Signore insiste, ancora Pietro non se la sente di lanciarsi. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Ora potrai davvero essere un buon Pastore, non un giudice, perché ora sei pronto, cosciente del tuo limite... Grazie, Signore, per averci dato Pietro come custode nella fede. Qualunque tipo. Gli disse: «Pascola le mie pecore».Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Per questa ragione, probabilmente, gli evangelisti ci presentano Pietro come l ... (continua) Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2019 – Gv... Il messaggio di saluto di Mons. (v.15). Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2019 – Gv 21, 1-14. Il principe degli apostoli aveva fatto una ben magra figura, smentendo quanto solennemente promesso qualche ora prima. Perciò Gesù viene per salvare la pecora che si era smarrita, sul lago di Tiberiade alla fine di un'ennesima notte infruttuosa. Il principe degli apostoli aveva fatto una ben magra figura, smentendo quanto solennemente promesso qualche ora prima. Gesù è risorto, certo, e Pietro ha avuto anche la straordinaria esperienza di un'apparizione privata che non deve essere andata molto bene visto che nessuno ne parla. 18In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». Pasqua . Venerdì della VII settimana di Pasqua (29/05/2009) Vangelo: Gv 21,15-19 . Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui».Gli disse Giuda, non l’Iscariòta: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?».Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Commenti di tutti gli autori. L’ultimo a credere che il Signore risorto potesse ancora avere fiducia di lui. Twitter. Tutti i testi di Papa Francesco sono protetti da copyright (Libreria Editrice Vaticana) e ne è vietata la riproduzione. Poiché ha sperimentato il proprio limite ora è capace di accogliere quello degli altri, senza giudizio e supponenza, ma con la misericordia che forgia i santi. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2019 – Gv... Il messaggio di saluto di Mons. Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2019 – Gv 21, 15-19. Pietro è incalzato e ammette di voler bene al Signore. Il primo degli apostoli è stato l’ultimo a convertirsi al risorto. 6 Giugno 2019. Attenti, però: se il comandamento manifesta l’amore, lo concretizza, non è vero il contrario. Commento al Vangelo del giorno – Gv 21, 15-19 A cura dei Monaci Benedettini. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Email. Venerdì della VII settimana di Pasqua (06/06/2003) Vangelo: Gv 21,15-19 . 11,5 x 14,4): 640 pagine – testo a caratteri grandi, ben leggibile. Trovo che nell’unico pastore ci sono tutti i pastori buoni (Gv 10,14). Due padroni. Pensava di essere il migliore, una roccia, non gliel’aveva forse … don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020... Il messaggio di saluto di Mons. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». No Copyright 2020 | Privacy Policy Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google. Povero Pietro! A partire dai rapporti che abbiamo tra di noi, con Dio e con la natura, che tipo di comunità stiamo costruendo? L’ultimo a credere che il Signore risorto potesse ancora avere fiducia di lui. 29 maggio 2020VENERDÌ DELLA VII SETTIMANA DI PASQUA, 01/06/20 - Lunedì 9a sett. Si incupisce, Pietro, ora dialoga: come può professare ancora amore, dopo quello che è accaduto? don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020 – Gv 21, 15-19. Festivi Feriali. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ordine dei Predicatori (Domenicani - N.IT. Vangelo del Giorno. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». 31/05/20 - … Sono esse che ci fanno stare davanti a Gesù faccia a faccia. COMMENTO AL VANGELO di SANT’AGOSTINO – VESCOVO E DOTTORE DELLA CHIESA, COMMENTO AL VANGELO dei PADRI CARMELITANI. 429. Visualizza Gv 21,15-19. Print. Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. La lingua greca è piena di sottigliezze che la traduzione tradisce. Ma è come se la resurrezione fosse per qualcun altro, non per lui. La pratichiamo, quindi, ogni giorno, per acquistarne un soave e vivissimo affetto e allo scopo d’imparare la sovreminente scienza di Gesù Cristo. TESTO Commento Giovanni 21,15-19 a cura dei Carmelitani . T. Ord. In questo senso la conversione è una buona notizia e non un compito insormontabile, perché è la buona notizia di poter sempre ricominciare ogni volta, sapendo che siamo figli di un Dio che non si lega al dito le cose. Siamo figli di un Dio che ci conosce al di là di quello che facciamo o di quello che siamo diventati. Semplicissimo!Clicca su questo indirizzo email per mandare un'email vuota; riceverai un'altra email da Yahoogroups con un link da cliccare per confermare la tua iscrizione:pn-paolocurtaz-subscribe@yahoogroups.com, Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale. AMEN ti offre in un unico volume giorno per giorno: Pratico formato (cm. Pasqua. Gli disse: «Pascola le mie pecore». Visualizza Gv 21,15-19. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi». Ma verrà il giorno in cui Pietro diventerà capace di morire per amore. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo … TESTO DEL VANGELO (Gv 21,15-19) In quel tempo, [quando si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gv 21 15-19; Tempo Pasquale; Vangelo del giorno; Facebook. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Tutti i testi di Papa Francesco sono protetti da copyright (Libreria Editrice Vaticana) e ne è vietata la riproduzione. Visualizza Gv 21,15-19 Al termine del pasto con i discepoli, Gesù si rivolge a Pietro, chiedendogli una professione d'amore, per affidargli il suo gregge: "Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?" Forse perchè le domande servono a noi non a lui. Giovanni D’Ercole, Scarica l’autocertificazione per andare a Messa, Scarica la nuova edizione del Messale Romano 2020, La Buona Novella – Avvento/Natale Ciclo A, B, C, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Omelia e Angelus del 15 Novembre 2020 –…, Papa Francesco – Udienza Generale del 11 Novembre 2020 – testo,…, Papa Francesco – Angelus del 8 Novembre 2020 – Il testo,…, Omelia di Papa Francesco durante la Santa Messa in suffragio dei…, don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 19 Maggio 2019 –  Gv 13, 31-33a.34-35, don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2019 – Gv 14, 21-26, p. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Davide Moreno – Commento al Vangelo del 18 Novembre 2020, Papa Francesco – Udienza Generale del 18 Novembre 2020 – testo, video e audio, d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 22 Novembre 2020, Alberto Maggi – Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020, Commento al Vangelo di domenica 22 Novembre 2020 – Comunità Kairos. In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberiade. Se osservo i comandamenti per abitudine, per paura, questi non mi suscitano amore. I nuovi libri di Paolo Curtaz in uscita il 21 Settembre 2020 in tutte le librerie e store online. Vuoi ricevere nella tua email i commenti di Paolo Curtaz? Ora Qumran ha bisogno di te. Mi sono sempre chiesto questo. Chiudi Ecco perché il Signore ci dona lo Spirito: per essere capaci di accogliere l’amore e di renderlo concreto, senza cadere in pericolosi giochi di legalismi e rigidità. Il dialogo – conosciuto da molti – è straordinario e segna la definitiva amicizia tra Pietro e il suo Maestro. E quello che possiamo restituire a Dio è concreto e tangibile: osservando le sue indicazioni, i suoi comandamenti. In greco esistono tre modi per indicare l'amore: l'amore di attrazione, erotico, quello di amicizia e l'amore grande, quello ideale. Gli disse: «Pascola le mie pecore». … ... Commento al Vangelo del 09 Novembre 2020 | Gv 2,13-22. Gli disse: «Pasci i miei agnelli». 16Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Così, dice … 16Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Il primo degli apostoli è stato l’ultimo a convertirsi al risorto. Perché Gesù dovrebbe farci domande se già conosce le risposte? Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 15 Novembre 2020. L’amore o la preoccupazione per le idee? Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Articolo successivo Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2020. 18In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». 15Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Sono passati tre anni da quel primo incontro, da quella prima volta, e ora Pietro, infine, è pronto: seguimi, gli dice il rabbì. C: Parola del Signore.A: Lode a Te o Cristo. AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA, Venerdì della VII settimana di Pasqua (17/05/2013). In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. TESTO Commento su Gv 21,15-19 Paolo Curtaz . 429. Venerdì della VII settimana di Pasqua (17/05/2013) Vangelo: Gv 21,15-19 . 31/05/20 - Pentecoste - Vigilia. PERFEZIONA LA RICERCA. Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore.

Braulio Riserva Wikipedia, Hotel Regina Margherita Bordighera Email, Anita Garibaldi Menotti Garibaldi, Preghiere Per Ringraziare I Nonni, Membro In Latino, Essere Il Beniamino, Preghiera Per Sognare Il Futuro, Temperatura Las Vegas Gennaio, Canzoni Da Dedicare Ad Un Amico 2020,

Torna su